Pompieropoli a Ripalta Guerina

Quando ci hanno invitato a partecipare alla Pompieropoli di Ripalta Guerina ovviamente abbiamo accettato subito, e anzi, ne eravamo anche elettrizzati. Si può riassumere una giornata così entusiasmante in poche parole? Possiamo provarci!

Coinvolgimento – Bambini. Tantissimi bambini. Molti hanno completato il percorso costruito dai vigili del fuoco divertendosi a spegnere un vero incendio, a scalare una parete con tanto di imbragatura, a superare gli ostacoli. Moltissimi si sono presentati con magliette a tema, zainetti pieni di estintori, modellini di camion e elmetti rossi o gialli. Tutti, e di questo ne siamo certi, si sono divertiti a ottenere il loro attestato da vigile del fuoco sotto gli sguardi (e gli smartphone!) orgogliosi dei genitori e degli accompagnatori.

Fiducia – Non solo quella che gli accompagnatori hanno riposto negli organizzatori dell’evento che, dislocati lungo tutto il percorso, aiutavano i bambini a superare l’addestramento “come veri vigili del fuoco”. L’obiettivo della giornata era quello di raccontare ai giovani visitatori il lavoro del pompiere, al quale si affiancavano il poliziotto, il carabiniere, il finanziere e l’operatore di croce rossa e croce verde, realtà al servizio del cittadino e radicate sul territorio. Noi del gruppo storico ci siamo presentati con divise e materiali che raccontassero la storia dei vigili del fuoco mettendo in mostra divise dagli anni ’50 ai tempi moderni, un totem con filmati d’epoca che illustravano le prodezze dei tempi passati, e anche due biciclette di inizio XX secolo, molto apprezzate dagli adulti.

Organizzazione – Vigili del fuoco fuori servizio, pompieri in pensione, soci del gruppo storico, membri di polizia, carabinieri, guardia di finanza, della croce verde e della croce rossa italiana… Tutti hanno avuto una parte nell’organizzazione dell’evento. Nel giro di poco più di un’ora sono state montate le strutture che sarebbero state prese d’assalto dai piccoli partecipanti, il materiale informativo è stato esposto, i mezzi schierati, i volontari pronti a entrare in azione. Quando il parroco ha dato la sua benedizione è partita la giornata, ognuno è riuscito a fare la sua parte senza problemi ed ha messo in mostra ciò che di più bello aveva, affascinando non solo i bambini ma anche molti adulti.

Volontà – Ammettiamolo, senza la volontà dell’amministrazione cittadina, e non solo quella di chi si è impegnato a fondo per rendere la giornata perfetta, l’evento non sarebbe riuscito. Grazie quindi a chi ci ha ospitato concedendoci tutta la piazza, a chi ci ha rifocillato durante la pausa pranzo, a chi ci ha permesso di fare tutto ciò. Grazie anche allo sponsor che ha accettato la sfida con un’area bimbi accogliente e gente preparata a resistere al caldo e alle domande degli adulti.

Speriamo che quest’esperienza si possa ripetere presto, magari in altri centri abitati, con maggiore spazio per accogliere e far divertire ancora più partecipanti!


Susanna Marchesetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: